L'attivista di Exadicta avverte di una possibile piaga diabolica sulla depenalizzazione dei "funghi magici" a Denver

Gli psichedelici potrebbero portare una piaga demoniaca nella città di Denver, secondo l'attivista della droga

Secondo il Christian Post, alcune persone legate ad agenzie antidroga hanno sottolineato che la prossima depenalizzazione dei "funghi magici" a Denver potrebbe avere conseguenze negative. In particolare un attivista, con forti inclinazioni religiose, ha sottolineato che la misura potrebbe generare ramificazioni strane e indesiderate nel mondo degli spiriti.

A maggio, Denver ha approvato un'iniziativa che consentirà alle persone di consumare "funghi magici" (psilocibina) senza essere perseguiti dalla legge. La cosiddetta Mile High City è diventata una roccaforte progressiva intorno alle droghe, con Denver che è uno dei siti pionieri anche nella legalizzazione della cannabis.

In una delle notizie più strane dell'anno - anche se ovviamente il Christian Post ha altre storie contrastanti - Shannon Twogood ha detto ai media che l'uso di droghe come la psilocibina potrebbe avere echi oscuri nel mondo spirituale e portare a Denver A un pandemonio. L'uso di droghe illegali "ti porterà a qualcosa che sarà una piaga per il resto della tua vita", ha detto Twoogood, attivista antidroga nelle carceri e nei centri di tossicodipendenza.

Twogood crede che usando droghe le persone aprano la porta ai demoni e riempiano i loro corpi di peccati per i quali devono espiare. L'apertura alle droghe a Denver, secondo lei, "porterà un processo a tutte le persone coinvolte, anche indirettamente", come da una sorta di associazione diabolica. E quando parla di giudizio, chiaramente non si riferisce al giudizio delle autorità terrene, ma alla corte celeste.

Da parte sua, le Poste Cristiane ci ricordano che la parola greca "droga", "farmacologia" , era anche usata per indicare "stregoneria".

Foto: Rogue Rocket