Gli scienziati cinesi sviluppano la prima arma sonora portatile per controllare le masse

Arma sonora per disattivare le masse.

L'Accademia delle scienze cinese ha recentemente annunciato di possedere la prima arma che utilizza il suono per rompere la folla affollata. Lo strumento è una specie di fucile che focalizza un "raggio" di suono, usando onde a bassa frequenza.

Il dispositivo produce quello che chiamano un "effetto biologico", vale a dire estremo disagio, vibrazioni nelle orecchie, disagio nello stomaco, nel cervello e persino nel fegato. L'intensità delle onde a bassa frequenza può persino causare vertigini, mal di testa e persino vomito, defecazione involontaria e persino attacchi di cuore, secondo studi che, si deve dire, hanno molti anni e non spiegano chiaramente il meccanismo d'azione. Detto questo, è chiaro che le frequenze sonore possono essere utilizzate come armi e la sfida scientifica sta nel creare modi più pratici e precisi.

Le armi soniche precedentemente sviluppate, che non sono state utilizzate regolarmente per vari motivi, devono essere montate su veicoli e richiedono una fonte di energia stabile. Le armi cinesi sono più piccole e più facili da usare e usano un piccolo tubo di garza come fonte di energia.

Il governo cinese, che è caratterizzato proprio dal controllo della popolazione, ora ha un'arma sofisticata per alterare i comportamenti delle masse indesiderate.

Anche in Pajama Surf: questi sono i 10 principali paesi produttori di armi (e i loro principali clienti)