Denver diventa la prima città degli Stati Uniti a depenalizzare i "funghi magici"

Una misura che potrebbe essere l'inizio della legalizzazione medica

Il Colorado è diventato uno degli stati pionieri nel suo trattamento farmacologico. Fu il primo stato a legalizzare completamente la cannabis, e ora la sua capitale diventa la prima a depenalizzare o depenalizzare i "funghi magici" o il suo ingrediente attivo, la psilocibina.

Ciò non significa che Denver abbia legalizzato i funghi, ma che non saranno più perseguiti dalla legge, saranno tollerati, il che consentirà sicuramente al nascente settore della terapia assistita dai funghi di prosperare e un antecedente per la futura legalizzazione medica di psilocibina. Questo è qualcosa che è previsto negli Stati Uniti, poiché è stato approvato uno studio che indaga gli effetti della psilocibina nelle persone depresse, che potrebbe portare alla legalizzazione medica. La compagnia COMPASS Pathways, responsabile dello studio, ha ricevuto un investimento milionario, sebbene sia un po 'allarmante che abbia tra i suoi partner il transumanista dell'estrema destra Peter Thiel.

La depenalizzazione dei funghi è stata recentemente approvata con il 50, 56% a Mile-High City, in quanto Denver è nota sia per la sua altezza che per la sua tendenza ad accettare l'uso di sostanze psicoattive. Con la nuova legge, le autorità non avranno più il potere di utilizzare i fondi della città per perseguitare le persone che usano questa sostanza. L'organizzazione di depenalizzazione di Denver ha seguito lo stesso modello che ha portato alla depenalizzazione della cannabis nel 2005 e alla piena legalizzazione nel 2012.

Negli ultimi anni sono state diffuse informazioni scientifiche che suggeriscono che i "funghi magici" hanno importanti effetti terapeutici e sono particolarmente efficaci contro la depressione, l'ansia e le dipendenze come il tabacco. Per questo motivo, è stato generato un mercato di terapia assistita clandestina.

La gente di depenalizzare Denver ha detto che la ragione della loro campagna era impedire alle persone di essere incarcerate per questa sostanza classificata come di tipo 1, insieme all'eroina o all'LSD, il livello più alto e più punito.