Il Regno Unito vieterà l'accesso alla pornografia da luglio

Una regolamentazione senza precedenti nella storia di Internet

In una misura che potrebbe in qualche modo essere considerata senza precedenti, il governo britannico ha annunciato l'implementazione di una serie di misure severe contro l'accesso alla pornografia su Internet, appositamente progettate per prevenire il consumo tra bambini e adolescenti.

Tramite il Ministero degli Affari digitali, il governo ha annunciato che a partire da luglio i siti di contenuti pornografici saranno obbligati a controllare che i loro utenti abbiano effettivamente più di 18 anni, per i quali saranno autorizzati a richiedere informazioni personali o problemi più dettagliati Pass di accesso che possono essere acquistati solo da persone maggiorenni.

Secondo Margot James, il capo del ministero, queste misure cercano di ridurre la facilità con cui bambini e giovani possono accedere ai contenuti pornografici online.

Va detto, tuttavia, che alcune organizzazioni che difendono i diritti su Internet credono che le azioni violino il modo in cui funziona il Web, oltre a violare il diritto alla privacy degli utenti, e in ogni caso lo è di un divieto che sarà possibile eludere.

La misura sembra certamente encomiabile, ma non possiamo ignorare il fatto che i governi di tutto il mondo e nel corso della storia hanno usato tali divieti a beneficio del potere e della vigilanza sui cittadini.

Non sarebbe meglio e più efficace fornire l'istruzione necessaria affinché un giorno nessuno abbia interesse per la pornografia?

Anche in Pajama Surf: questi sono i 3 tipi di consumatori di porno: a quale appartieni?

Immagine: Don Jon (Joseph Gordon-Levitt, 2013)