In ricerche controverse, gli scienziati hanno inserito cellule umane negli embrioni di animali

Con l'emergere di questi esperimenti, alcuni biologi mettono in dubbio la loro etica e la reale influenza sia sulla salute degli animali che su quella degli esseri umani.

Chimera, che in greco antico significa "animale favoloso", era considerato un mostro ibrido nato dall'unione tra Typhoon ed Echidna. Era una miscela di parti di animali diversi in uno. Ora sono colloquialmente chiamati "chimere" per le alterazioni genetiche che alcuni scienziati hanno iniziato a fare su alcuni animali.

Ciò accade in alcuni esperimenti negli Stati Uniti, dove si sta sviluppando la prima chimera sotto forma di mono-umano, e in Giappone, dove è stato effettuato il primo inserimento di cellule umane negli embrioni animali. Tuttavia, con l'emergere di questi esperimenti, alcuni biologi mettono in dubbio l'etica in queste pratiche e la loro reale influenza sia sulla salute degli animali che sull'umanità ...

Chimere sotto forma di mono-umano

Secondo il professor Juan Carlos Izpisúa Belmonte, del Salk Institute (USA), la sua ricerca crea chimere nella forma di un mono-umano allo scopo di fornire un'alternativa alla mancanza di organi da trapiantare e al rifiuto di organi durante il postoperatorio

La sua ricerca, condotta in Cina per "evitare conflitti legali", si basa sul principio secondo cui gli organi, geneticamente accoppiati a un particolare corpo umano, possono un giorno essere "gestiti" in corpi animali.

Per verificare questa ipotesi, Izpisúa Belmonte ha prelevato cellule da un corpo umano per riprogrammarle come cellule staminali, quindi le ha introdotte in un embrione di qualsiasi altra specie per dare vita a un altro tipo di cellula nel corpo ospite.

In precedenza, gli embrioni di maiali e pecore con cellule umane erano già stati modificati. In quegli esperimenti, risalenti agli anni '90 e 2000, questi animali sono stati scelti perché ritenevano che i loro organi avessero le dimensioni giuste per il trapianto umano e perché alla fine è stato scoperto che, almeno nel caso dei suini, c'è una corrispondenza inaspettata con l'essere umano, in modo che i suoi organi modificati possano essere utilizzati per scopi medici.

Infine, lo scorso marzo il Giappone ha eliminato una legge che consentiva l'impianto di embrioni di 14 giorni in un utero. Ciò ha permesso, con il sostegno del governo giapponese, il professor Hiromitsu Nakauchi di inserire cellule staminali umane negli embrioni di topo, producendo una chimera umano-topo.

Secondo Alejandro de los Angeles del dipartimento di psichiatria della Yale University,

Fare chimere di scimmie umane potrebbe insegnarci come fare chimere di maiali umani con la speranza di creare organi per trapianti. Questo potrebbe insegnarci diversi tipi di cellule staminali che dovremmo usare o altri modi per migliorare quelli che vengono chiamati "livelli di chimerismo umano nei maiali".

Anche, secondo questo specialista, tali esperimenti potrebbero far luce sulle malattie neurologiche e psichiatriche umane.

Cosa dice l'etica scientifica al riguardo?

Studi e ricerche come quelli condotti dal team dello spagnolo Izpisúa Belmonte o del giapponese Nakauchi sollevano interrogativi sulla conservazione e l'etica sia degli animali che degli esseri umani. Quanto è etico sperimentare con gli esseri viventi? Quali leggi proteggono gli animali e gli esseri umani da pratiche come questa? E i risultati, le cosiddette "chimere", possono anche essere oggetto di un codice etico o legale?

Interrogato da Nicola Davis per The Guardian, il professor Robin Lovell-Badge, biologo del Francis Crick Institute di Londra, afferma:

Non credo che [questi esperimenti] siano particolarmente preoccupanti in termini di etica, perché non li stai modificando abbastanza da avere o sviluppare un sistema nervoso in alcun modo - è davvero una palla di cellule ". Tuttavia, la controversia inizierebbe se alle chimere fosse permesso di svilupparsi ulteriormente: “In che modo la distribuzione delle cellule umane è limitata solo all'organo che si desidera creare? Se è il pancreas o il cuore o il fegato, allora va bene eseguirlo. [Ma] se permetti a questi animali di continuare tutto lo sviluppo fino alla loro nascita, se hai una distribuzione significativa del sistema nervoso centrale delle cellule umane, allora ovviamente diventa una preoccupazione.

Vi sono conflitti di interesse che mettono a rischio il benessere degli animali; senza dimenticare, al fattore etico di creare qualcosa di più umano. Lovell-Badge ci dice:

Chiaramente se esiste un animale nato con le caratteristiche fisiche di un essere umano, i suoi volti, le sue mani, la sua pelle, allora sospetto che, sebbene possa essere scientificamente molto interessante, le persone potrebbero arrabbiarsi molto con quello.

Come possiamo vedere, sebbene si dubiti che gli animali, in pieno sviluppo, ottengano un comportamento umano, si presume che non sarebbero "normali".

Anche in Pajama Surf: nel 2050 l'essere umano sarà estinto o immortale, affermano gli esperti

Immagine di copertina: Barcroft Media / Getty Images