Questo è il simbolo dello yoga: sai cosa significa?

Lo yantra di Shiva e Shakti contiene un prezioso simbolismo

Sebbene non sia un simbolo ufficiale, poiché lo yoga è lungi dall'essere una versione ufficiale - essendo una pratica psicofisica filosofica estremamente complessa e diversificata - molti praticanti di yoga, in particolare l'hatha yoga, riconoscono questo simbolo di triangoli intrecciati come Il simbolo dello yoga. Ma come osserva l'accademico Subhash Kak, pochi sanno cosa significhi.

Il simbolo è lo yantra di Shiva-Shakti, il principio divino maschile e il principio divino femminile ed evoca precisamente l'unione energetica che costituisce lo yoga. Di solito è rappresentato da due triangoli uniti, uno ascendente e uno discendente (simbolo presente anche in Occidente) su una ruota di loto (che può significare i chakra).

Lo yoga, come indica la sua radice indo-europea, ha a che fare con l'unione o il fare un'incudine di due cose. In questo caso, oltre al femminile-maschile, gli opposti in generale: acqua e fuoco, cielo e terra, spirito e corpo, ecc. Anche nel tantrismo o tra i siddha medievali, denota l'unione dell'energia che dorme alla base del corpo e la coscienza che giace nella corona, l'unione estatica di Shiva e Shakti, che è anche il famoso risveglio dell'energia kundalini, a volte rappresentato come un serpente - lo stato mistico per eccellenza e in una certa misura l'obiettivo dell'hatha yoga. Questa unione è anche equiparata alla comprensione dell'Atman, o soggetto universale.

In un altro senso, che possiamo applicare allo yoga come lo comprendiamo oggi, questo simbolo parla dell'unione o dell'interazione tra il corpo e la mente, il fisico e lo psicologico, qualcosa che lo yoga combina sapientemente, poiché è una ginnastica ma anche di una filosofia contemplativa. Allo stesso tempo, l'immagine mostra i simboli universali di acqua e fuoco e il flusso di energia ascendente e discendente, il gioco creativo del cosmo, la morte e la rinascita. In un aspetto esoterico, al centro dello yantra, nel vuoto, c'è il posto della coscienza infinita, dell'assoluto, che si manifesta quindi nella gioia infinita ( ananda ), che è rappresentata come l'unione di una divinità maschile e una divinità femminile nell'atto del piacere supremo che è l'amore sessuale.

Quando qualcuno pratica lo yoga in un senso autentico, ciò che cerca è unire questi principi nella sua pratica ed esperienza, come se il suo corpo fosse un laboratorio, questi principi di unità e risonanza.