Questa ingegnosa mappa mostra come viaggiare per il mondo attraverso i libri

Leggere è come viaggiare? Questa mappa mette alla prova questo noto confronto

Un'idea generale di viaggio dice che "illustrano". Mark Twain ha anche scritto che viaggiare è il miglior rimedio contro il pregiudizio e la ristrettezza mentale e senza dubbio, con altre parole che trasmettono un messaggio simile, molti di noi hanno sentito elogi per il viaggio e le sue virtù.

Ma cosa succede quando, per motivi diversi, non possiamo viaggiare? Cosa succede quando, anche se queste parole ci seducono, non possiamo lasciare il luogo in cui viviamo?

In un altro senso: cosa succede quando viaggiamo ma portiamo con noi le stesse idee, lo stesso modo di comprendere la realtà, le stesse abitudini e, sebbene ci spostiamo dall'altra parte del mondo, nella nostra giurisdizione interna non siamo disposti a muoverci nemmeno apice? Un viaggio fatto in queste condizioni, puoi allargare i nostri orizzonti e abbattere alcuni pregiudizi? Non sembra probabile ...

Una delle alternative a questa ristrettezza - di risorse o di mente - sono i libri. Niente affatto, la lettura è stata paragonata al viaggio, perché almeno ad un primo livello, ci avvicina efficacemente attraverso la trasmissione della conoscenza a luoghi, modi di vivere, tradizioni e storie che altrimenti sarebbero difficili da conoscere.

Ma forse potremmo andare ancora oltre e proporre un'altra ragione per cui leggere è come viaggiare e forse anche meglio, perché nella misura in cui la lettura ha effetti sulla nostra mente ed è in grado di causare un cambiamento in noi ma dall'interno, gradualmente e dalle domande che formiamo noi stessi in linea con i libri che leggiamo, tutti quei pregiudizi e le prenotazioni che possiamo accogliere nella nostra mente, cambiare gradualmente o almeno coesistere insieme a dubbi, curiosità, domande e riflessione. In questo modo, la lettura può essere vista piuttosto come una preparazione per il viaggio, poiché nella misura in cui adottiamo un'altra postura verso la vita grazie a ciò che otteniamo dai libri, quando viaggeremo guarderemo con occhi diversi luoghi, persone, i comportamenti e, in breve, tutto ciò che il viaggio ci offre.

Se sei d'accordo, è possibile che la mappa che condividiamo di seguito sia utile e in aggiunta ai tuoi gusti. È una risorsa sviluppata dalla piattaforma Musement, in cui si combinano cartografia e letteratura, dal momento che alcuni paesi sono associati a lavori altamente rappresentativi del luogo. Il suo obiettivo è dimostrare che è anche possibile viaggiare per il mondo attraverso i libri.

Al di là delle preferenze letterarie di ogni lettore, l'idea è sicuramente stimolante, perché ci incoraggia non solo a seguire il percorso proposto, ma anche a proporre il nostro o, meglio ancora, esplorare altri estranei, guidati dal caso e curiosità. Dopotutto, i libri e il mondo hanno in comune che entrambi, sebbene finiti, sono infiniti.

Anche in Pajama Surf: quando torni a Itaca, chiedi che il tuo viaggio sia lungo: un fumetto per la poesia di Cavafis sulla ricchezza della vita