Questo video spiega chiaramente come si formano le aurore settentrionali e meridionali

Una spiegazione chiara e precisa del fenomeno astronomico che dà origine alle aurore ai poli nord e sud

Di tutti i fenomeni naturali che possono essere osservati sulla Terra, pochi impressionanti come le aurore che si verificano solo nelle regioni polari del pianeta e, quindi, sono chiamati aurore settentrionali o meridionali (dai termini in greco per nord e sud, rispettivamente), a seconda di dove si verificano.

Tra i motivi che rendono impressionante questo spettacolo di luci c'è, da un lato, l'insolito del suo verificarsi, perché sebbene ci sia una stagione nel calendario in cui è possibile osservarli, e anche punti molto specifici del pianeta per farlo (tra altri, Canada, Danimarca, Islanda o Norvegia), allo stesso tempo dipendono da così tanti fattori che in qualche modo è un fenomeno improbabile. Ma soprattutto, la sua esistenza è in diretta connessione con i principali eventi astronomici, in particolare tempeste ed eruzioni solari.

Le particelle approssimativamente cariche elettricamente vengono rilasciate da un'eruzione solare, che penetra nel campo magnetico terrestre e si scontrano con gli atomi e le molecole della nostra atmosfera. Questa reazione produce innumerevoli particelle di luce, chiamate fotoni, che formano l'aurora. Le collisioni con ossigeno producono aurore rosse e verdi, mentre l'azoto produce colori rosa e viola. Il fenomeno circonda le regioni polari della Terra, ad un'altitudine compresa tra 65 e 650 km, in un'area nota come "ovale aurorale". Il video offre una visualizzazione estremamente accurata del fenomeno. Vediamo:

Questo video è stato realizzato dal sito di Forskning per il Dipartimento di Fisica dell'Università di Oslo nel 2011.

Anche in Pajama Surf: Northern Lights: una guida multimediale (scienza, mitologia, suoni, foto e video)