Lo studio stabilisce che piantare alberi potrebbe essere il modo più efficace per salvare la civiltà

Secondo uno studio, piantare alberi (non raggiungere Marte) è la cosa principale per salvare la civiltà

C'è attualmente una sorta di dimissioni tra molti miliardari e uomini al potere. Negli anni seguenti, il riscaldamento globale potrebbe essere una forza catastrofica senza precedenti e, dato questo, molti sperano semplicemente di fuggire su un altro pianeta affinché la civiltà continui in un nuovo mondo. D'altra parte, c'è un'enorme dipendenza dalla tecnologia per risolvere i nostri problemi, che li ha causati in una certa misura. Ma forse la soluzione è più semplice di quanto pensi.

In un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science, è stato scoperto che piantare alberi, che sequestrano l'anidride carbonica dall'atmosfera, potrebbe compensare seriamente le emissioni di carbonio degli esseri umani.

Nel 2018, il gruppo di esperti sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite ha stimato che sarebbe necessario piantare 1 milione di ettari di foresta per mantenere il riscaldamento globale di 1, 5 ℃ rispetto ai livelli preindustriali, cosa che è "indubbiamente realizzabile", rendendo la piantagione di alberi la nostra "la soluzione di cambiamento climatico più efficace fino ad oggi" (alla quale possiamo aggiungere: e anche la più ovvia).

Sul nostro pianeta c'è spazio per un massimo di 900 ettari di foresta, che equivale a 205 gigatoni di carbone, il che significa che uno sforzo di piantagione di alberi su larga scala potrebbe ridurre il carbonio fino al 25%. I piani di riforestazione globali e obbligatori potrebbero fare una differenza importante. Forse il messaggio qui è che l'essere umano deve tornare a una vita più vicina alla natura, senza necessariamente voler dire lasciare le città, ma almeno integrarle in un modo migliore.