Avere usato droghe in passato potrebbe impedirti di entrare negli Stati Uniti

La politica statunitense sulla droga è ambivalente

Se hai intenzione di viaggiare negli Stati Uniti, forse dovresti prendere precauzioni e non lasciarti trasportare dall'idea che in questo paese la prospettiva sulla marijuana è stata rilassata.

Anche se 11 stati hanno legalizzato la cannabis negli Stati Uniti e 33 l'hanno legalizzata per uso medicinale, avere una storia con questa sostanza può far sì che le autorità ti impediscano di entrare nel paese. Questo è probabilmente un po 'ingiusto, ma la marijuana è ancora una sostanza criminalmente federata e i funzionari dell'immigrazione possono usarlo per negare l'accesso.

Secondo un rapporto della rivista Vice, anche avere messaggi di testo che menzionano sostanze vietate può impedire l'accesso. Essere stati condannati per l'uso di sostanze o anche ammettere di aver violato la legge, ovvero accettare di averle utilizzate, è sufficiente per ottenere una condizione inammissibile per una persona.

I funzionari possono decidere di indagare anche solo dall'aspetto di una persona o, ovviamente, se osservano qualsiasi tipo di armamentario correlato all'uso o al consumo di sostanze. È noto che le autorità potrebbero anche negare il permesso alle persone che hanno prove che hanno usato la cannabis in California o in un altro stato dove è legale, con lo stesso principio che è illegale negli Stati Uniti a livello federale. Ciò, tuttavia, non si applica ai diplomatici o ai funzionari governativi.