Astrologia e psicoterapia come pratica metafisica

L'astrologia espande notevolmente il significato dei processi a livello individuale e collettivo attraverso i loro simboli e archetipi

La consultazione astrologica e la psicoterapia come pratica metafisica, hanno lo scopo di riunire la psiche individuale con l'anima del mondo, incarnando consapevolmente la psiche e l'esperienza personale con il mondo di forze, immagini e miti che organizzano la personalità e che, a Allo stesso tempo, hanno accesso al mondo invisibile dell'anima. Mondo attraverso il quale la persona alla fine riempirà il bisogno umano intrinseco di sentirsi in relazione con qualcosa di più grande di se stesso.
L'astrologia espande notevolmente il significato dei processi a livello individuale e collettivo attraverso i loro simboli e archetipi, che hanno ritmi, qualità. Il tema natale, nella sua dimensione psicologica, descrive possibili modelli di personalità, dialettica mitica che abitano e prendono forza in diversi periodi della vita. Pertanto, la carta natale può, attraverso un processo terapeutico, collegarti al tuo essere profondo, sintonizzarti e affinare le tue qualità per scoprire il modo distintivo di essere nel mondo. Pertanto, permettendo al nostro essere profondo di emergere consapevolmente, stiamo assistendo al compimento del nostro destino e, pertanto, assisteremo, come partecipanti attivi, al piano cosmico.
L'astrologia, inoltre, può contribuire all'attuale psicologia o, piuttosto, direi, può tornare allo studio della psiche le sue basi metafisiche.
Da questa prospettiva, sia lo studio dell'astrologia sia l'avvio di un processo terapeutico attraverso la consultazione astrologica, è un viaggio attraverso le profondità delle immagini planetarie e delle forze universali che danno vita e si manifestano attraverso il corpo e gli eventi momento per momento. Conoscere le forze e le immagini che governano la nostra postura, il nostro carattere e il nostro destino, ci unisce al cosmo nel suo originale senso greco: quello dell'ordine intelligente. La migliore esperienza di astrologia è sentire come questo ordine intelligente ci include e opera nella nostra psicologia integrale ed eventi quotidiani, manifestandosi ciclicamente attraverso tutte le forme di esistenza.
Pertanto, la nostra esperienza e modalità di essere nel mondo, e il modo in cui rispondiamo alle vicissitudini quotidiane, possono essere rivoluzionati solo studiando l'astrologia.
Tuttavia, l'astrologia non è solo la carta natale, che, inoltre, può essere interpretata in diversi modi a seconda della cultura che la osserva, nonché delle affinità personali e delle carte natale. L'astrologia, oltre ad avere questo strumento altamente efficace per misurare i principali complessi archetipici di una persona e la mappa evolutiva del loro sviluppo, il più grande contributo che attualmente, dal mio punto di vista, l'astrologia può contribuire alla psicologia Come disciplina moderna, deve garantire un quadro cosmologico che restituisca le sue basi metafisiche allo studio della psiche umana.
La nostra visione del mondo modella le nostre idee, sentimenti e credenze da cui interpretiamo le nostre esperienze e agiamo nel mondo. La nostra visione del mondo funziona come un quadro concettuale che organizza e dà senso alla nostra esperienza di essere nel mondo e determina come rispondiamo agli eventi quotidiani e come interagiamo con altri esseri umani e specie nel nostro ambiente. Di solito questi presupposti, credenze e idee che danno forma e comprensione a noi stessi, e alla vita in generale, rimangono incoscienti. A livello collettivo, questo insieme di ipotesi e idee implicite che compongono la nostra cosmologia si basa su idee ancora più profonde e inconsce sul luogo e lo scopo dell'essere umano nel cosmo.
L'esplorazione di un nuovo quadro di riferimento da cui dare un senso alla realtà può guidarci in questa transizione. Questa esplorazione ci porterà necessariamente a mettere in discussione le credenze di base da cui interpretiamo e diamo senso alle esperienze, al mondo, alle relazioni e a noi stessi.
La vera accettazione della correlazione tra cicli planetari e cicli psicologici implica il collasso di idee molto profonde e invisibili che modellano sia la nostra esperienza psicologica sia la percezione degli esseri umani e la loro funzione nel mondo. Accettando che siamo abitati da una rete di forze rappresentate nei miti e nelle relazioni tra gli dei, si confronta direttamente con il paradigma monoteistico e piramidale in cui attualmente viviamo, in cui un dio trascendente ha creato il mondo ma è al di fuori di esso. Pertanto, la materia e la forza che la anima sono frammentate e questa frammentazione è espressa nel nostro modo di vivere ed è il riflesso della relazione con i nostri aspetti sottili e immaginari. Da ciò si può dedurre che, dall'idea di Dio e, quindi, la relazione con il mistero, fondamentalmente monoteista, diventa una psicologia centrata sul sé. Accettare che la nostra esperienza interna sia plurale, complessa e politeistica, che siamo abitati da voci ancestrali e forze universali implica il collasso della nostra vecchia esperienza del divino, una che sembra non soddisfare più il bisogno numerico delle persone.
Attraverso la consultazione astrologica e la psicoterapia, gli dei rientrano nel mondo e le forze si incarnano nel corpo, poiché la pratica metafisica dell'astrologia e della psicoterapia ha lo scopo di riunire la psiche e il cosmo, la materia e energia, coscienza e corpo, attraverso il contatto con le forze divine planetarie. E così, in questo modo, viviamo secondo l'ordine intelligente attraverso il nostro corpo e le azioni quotidiane.

Studia l'astrologia
Lo studio e l'apprendimento dell'astrologia opera anche come pratica metafisica, incluso tutto quanto sopra descritto.
Ci sono domande fondamentali che appaiono quando ci prepariamo a studiare e investigare l'astrologia: ci sono relazioni intrinseche tra le stelle, l'essere umano e gli eventi quotidiani? C'è una connessione tra tutte le cose?
Questo ci porta a una delle premesse su cui si basa la visione del mondo dell'astrologia: il cosmo come totalità interdipendente. Il cosmo come entità vivente, vivace e intelligente. Nella cultura della Grecia classica, il kosmos si riferiva a un ordine intelligente, nella cultura moderna il cosmo è per lo più inteso come "tutto ciò che è là fuori, lontano, nella vastità".
La percezione dell'interconnettività tra tutte le forme di esistenza, del cosmo come organismo intelligente che riflette una rete di schemi coerenti e dinamici, si riflette anche nell'esperienza personale, poiché ci percepiamo come esseri complessi e plurali, percependo il possibile incontro e collaborazione tra diverse dinamiche psicologiche interne e la risposta che diamo al nostro ambiente.
Un'altra domanda fondamentale e inevitabile è quella relativa alla natura del tempo. Che tempo fa? È qualcosa di astratto, quantitativo, lineare? O contiene qualità, dinamiche che si manifestano attraverso eventi esterni e psicologia interna? Che cosa esprime l'ovvia correlazione tra i movimenti del cielo e gli eventi sulla terra riguardo al tempo?
Questo ci porta a un'altra premessa: "il tempo come ordine universale".
L'astrologia mostra che il tempo è organizzato, che contiene una coerenza ritmica che è possibile mappare attraverso la carta natale, i transiti e le diverse tecniche interpretative che sono state sviluppate attraverso epoche e culture diverse.
(A questo proposito, e nei tempi attuali di grande divulgazione dei simboli dell'astrologia, si può fare un chiarimento. Gran parte di ciò che oggi viene inteso come astrologia si riferisce, in effetti, all'astrologia occidentale).
Studiare e investigare l'astrologia e, soprattutto, scoprire le sue prove in noi stessi e nella nostra vita quotidiana, ci condurrà, prima o poi, a una rivoluzione percettiva, psicologica e ontologica, dalla percezione della realtà su cui si basa L'astrologia, quella di un cosmo interconnesso, vivente, intelligente, vivace, ordinato e coerente, è essenzialmente diversa dal nostro attuale modo di essere nella vita. Da quel momento, in cui sarà stato rivelato l'amore che sorge nell'unione della psiche e del cosmo, l'apprendimento principale sarà quello di imparare a sentire i partecipanti del cosmo, riapprendere e co-creare un nuovo modo di vivere.
Poiché l'astrologia si basa sulla percezione che l'universo è un'unità correlata, su scala minore, il Sistema Solare e, quindi, la carta natale come rappresentazione simbolica dell'essere umano, è anche un'unità correlata, un sistema energetico dinamica.
La carta natale rappresenta la natura multidimensionale dell'essere umano.
La percezione dell'essere umano, del pianeta e del cosmo come sistema unitario, integrato e interdipendente è la base della visione del mondo olistica che l'astrologia mostra.
Tuttavia, poiché siamo nati e mentre ci sviluppiamo in un contesto particolare, stiamo costruendo un'idea di noi stessi che tende a frammentare la totalità che siamo.
Per questo, vale la pena menzionare la natura dell'archetipo.

COSMOLOGIA ARCHETIPALE
Gli archetipi rappresentano, a diversi livelli di manifestazione, uno schema organizzativo attraverso il quale le forze naturali vengono veicolate e prendono forma nell'esperienza materiale e umana.

Dimensioni archetipo
✴ Archetipi metafisici: idee di Platone, geometria e matematica di Pitagora // Dimensione vibrazionale
Mit Archetipi mitologici: gli archetipi vengono confrontati con divinità e dee // Dimensione collettiva
✴ Archetipi psicologici: Jung, pianeti // Dimensione individuale

Per fare ciò, utilizziamo un altro strumento che è la RICERCA TRANSPERSONAL.
La ricerca transpersonale prevede l'apertura di uno spazio per l'interrogatorio e l'osservazione dei nostri modelli di risposta, relazione, comportamento, sensazione e pensiero. E come questi schemi siano ancorati a schemi culturali e universali. Risveglia la percezione dei modelli, l'occhio archetipico, impara a catturare relazioni, associazioni in cui non le avevamo mai viste prima, perché si trovano in una dimensione della realtà che non è visibile agli occhi fisici, ma per questo è necessario svegliarsi e sviluppare nuove organi di percezione, che richiedono una rivoluzione percettiva radicale, poiché ciò implicherebbe accettare che il mondo percepito dai cinque sensi sia l'aspetto visibile delle configurazioni invisibili.

soledaddavies.com

psicocymatica.com