L'ultima lettera scritta da García Lorca è dedicata al suo amante

Ti penso molto e lo sai senza dirmelo ma con il silenzio e tra le righe devi leggere tutto l'amore che ho per te e tutta la tenerezza che il mio cuore immagazzina "

Il 18 agosto 1936 fu fucilato lo scrittore Federico García Lorca, in pieno svolgimento del regime di Franco in Spagna. Alcune fonti affermano che la sua morte sia dovuta a idee libertarie che ha espresso attraverso le sue storie, opere teatrali e poesie; altri, tuttavia, sostengono che ciò fosse dovuto alla sua omosessualità.

Mesi prima della sua esecuzione, García Lorca era profondamente innamorata di uno studente di 19 anni, Juan Ramírez Lucas. Tuttavia, la sua storia d'amore era destinata alle tragedie tipiche dell'amore romantico. Pieno di illusioni e progetti, García Lorca e Ramírez Lucas pianificarono di accettare l'invito di Margarita Xirgu a recarsi in Messico. Entrambi avevano grandi aspirazioni: il primo, conoscere questo paese esotico attraversandolo con la sua poesia, e il secondo, per diventare un grande attore. Era una complicità reciproca. Sfortunatamente, Ramírez Lucas, essendo un minorenne, ha richiesto l'approvazione di suo padre (un medico di alto livello Albacete), che è stato respinto più volte. Sebbene García Lorca, a quel tempo appena 38enne, potesse ottenere documenti falsi, la realtà è che Ramírez Lucas sentì il bisogno di convincere la sua famiglia.

L'ascesa di Franco e l'ultima lettera di García Lorca

In tre fogli scritti a mano e con parole sottolineate, García Lorca ha incoraggiato il suo amante verso un futuro migliore: uno in cui rinunciare non era il modo in cui dovevano andare per stare insieme. La lettera è stata datata 18 luglio 1936 a Granada. 4 giorni dopo, la lettera arrivò a destinazione e lo stesso giorno ebbe luogo la rivolta francoista, la rivolta militare che avrebbe portato alla guerra civile. Le comunicazioni tra le zone repubblicane e nazionali furono completamente sospese.

La lettera, protetta da allora da Ramírez Lucas prima della sua morte in un ospedale di Madrid, dice:

Ci sono cose nella tua lettera a cui non dovresti pensare. Vale molto e devi avere la tua ricompensa. Pensa a cosa puoi fare e dimmi subito per aiutarti con qualsiasi cosa, ma lavora con grande cautela. Sono molto preoccupato, ma come ti conosco so che supererai tutte le difficoltà perché hai molta energia, grazia e gioia, come diciamo i fenicotteri, per fermare un treno.

[...] Ti penso molto e questo lo sai senza dirtelo ma con il silenzio e tra le righe devi leggere tutto l'amore che ho per te e tutta la tenerezza che il mio cuore immagazzina.

Prima che potessero ricevere risposta dalla loro amata, arrestarono e spararono a García Lorca un mese dopo aver scritto la lettera. Era la data del 18 agosto. Tuttavia, la notizia ha confermato la sua morte fino al 20 settembre. La sventura ha accompagnato questo amore che, ora, può essere immortalato attraverso questa sincera corrispondenza.