Le autentiche quattro stagioni di Vivaldi: il capolavoro ricreato con strumenti del XVIII secolo

La musica di Vivaldi in un'interpretazione vicina al suo suono originale dei primi anni del XVIII secolo

Antonio Vivaldi, il genio del barocco italiano, merita un posto tra i più grandi musicisti della storia. Il suo concerto in quattro movimenti Le quattro stagioni è sicuramente il suo lavoro più famoso, anche se non è l'unica cosa di quel livello che ha fatto il prodigioso italiano, che ha distillato una fonte inesauribile di felicità e devozione. Per questo lavoro narrativo, Vivaldi ha composto sonetti ed evocato con la sua musica programmatica i suoni degli animali di ogni stagione. È indiscutibilmente un capolavoro e, tuttavia, i suoni a cui siamo così abituati si discostano in qualche modo dall'originale.

Pertanto, l'ensemble Voices of Music di San Francisco ha creato una versione più vicina all'originale, utilizzando strumenti del 18 ° secolo, come l'organo barocco, il clavicordo italiano e altri. La versione ha l'interpretazione dell'eccezionale violinista Cynthia Freivogel. Vivaldi è qualcosa come il Bach italiano e il suo ritratto musicale delle quattro stagioni ha a che fare con una celebrazione della natura come opera divina. Senza dubbio, questa interpretazione è qualcosa che vale la pena sottolineare.

Anche in Pajama Surf: Johann Sebastian Bach e l'affascinante relazione tra musica e matematica