Cosa ha detto Kanye West a Trump: universi paralleli, il viaggio archetipo dell'eroe, aerei progettati da Apple

Fedele al suo stile, Kanye West ha cantato nell'ufficio ovale della Casa Bianca

Kanye West e Donald Trump si incontrarono alla Casa Bianca presumibilmente per discutere di una riforma del sistema carcerario e della violenza nelle strade di Chicago, la città del rapper. Ma le cose hanno preso una svolta per il Kanye e anche, in un certo senso, per il Trump. Potremmo dire che è stata una sessione surrealista, bizzarra e così via, ma la realtà che non era così stonata rispetto alla presidenza di Trump è stata. E Kanye, con le sue esplosioni frenetiche, che secondo lui sono divinamente ispirate, era prevedibile.

Kanye iniziò a difendere il prigioniero Larry Hoover, facendo appello alla teoria del multiverso, e con una serie di bodhisattva delineò una teoria della compassione (che ricorda l'idea di Phil K. Dick di sfuggire a Matrix). Sosteneva che avrebbero dovuto portare Hoover fuori di prigione perché "in un universo alternativo, io sono Hoover". Kanye è diventata cosmica e ha detto che viviamo in un universo infinito e non si tratta di aiutare i neri, ma di aiutare tutti.

Il rapper ha espresso il suo sostegno a Trump, dicendo che il berretto che indossava lo autorizzava, perché non aveva molta energia maschile durante l'infanzia e si è sposato in una famiglia in cui non c'è nemmeno molta energia maschile. Quindi Trump potrebbe essere una figura paterna, per lui e per il paese, quindi è necessario che Trump, il Superman arancione, abbia un bell'aspetto. Ha anche giocato con l'idea che Trump stesse vivendo il viaggio archetipico dell'eroe, verso Joseph Campbell, affrontando l'oscurità, per portare alla luce l'intero paese. L'epopea confusa delle celebrità che assomigliano agli antichi dei greci.

Kanye ha affermato che gli afro-americani dovrebbero scuotere la mentalità delle vittime (quella che chiamano " mentalità del benessere ") e smettere di sentirsi offesi. Ha detto che potrebbe essere nero e non essere un democratico. Suggerì uno schema in stile Montessori per le scuole, dove insegnavano musica e meditazione ai bambini ... Kanye parlò per un massimo di 10 minuti consecutivi in ​​un monologo elettrico, formando un'associazione libera, passando dall'argomento del suo bipolarismo a macchine e aeroplani volanti che le compagnie americane dovevano progettare per Trump e, naturalmente, pronunciò numerose maleducazione, qualcosa che non sciocca più nessuno e sembra del tutto normale per l'istituzione presidenziale.

Anche in Pajama Surf: "Kanye West non è Picasso": la poesia che Leonard Cohen dedicò all'ignoranza di questa era