Per la prima volta scattano una foto dell'entanglement quantistico, l '"azione spettrale a distanza" di Einstein

Uno dei fenomeni più affascinanti della natura viene catturato in un'immagine per la prima volta

Uno dei fenomeni più enigmatici ma fondamentali della natura è stato catturato in un'immagine per la prima volta. L'entanglement quantistico, o lo stato in cui due particelle condividono i loro stati fisici nonostante la loro distanza, comportandosi come se fossero una cosa sola, è uno dei fenomeni più dibattuti nella recente storia della scienza.

Albert Einstein lo definì " azione spettrale a distanza ", suggerendo che si trattava di un fenomeno dubbio con coloranti soprannaturali, che sembrava anche contraddire la sua teoria della relatività. Nonostante questa affermazione, il cosiddetto "aggrovigliamento di Bell" è stato dimostrato in numerosi esperimenti, il che forse implica la cosiddetta non località dell'universo.

Paul-Antoine Moreau dell'Università di Glasgow, uno degli autori dell'esperimento, descrive questo risultato come una "elegante dimostrazione di una proprietà fondamentale della natura". Come ha detto alla BBC, il team di scienziati dell'Università di Glasgow è riuscito a catturare questa immagine usando un sistema che ha innescato un flusso di fotoni intrecciati da una sorgente di luce quantistica. I fotoni sono stati dispiegati in materiali a cristalli liquidi con un cambiamento di fase.

Attualmente, alcuni fisici ritengono che l'entanglement quantistico possa essere una proprietà più fondamentale dello stesso spazio-tempo o geometria dell'universo.

Leggi anche: l' entanglement quantistico potrebbe rispondere alla domanda di base su cos'è lo spazio-tempo