Secondo uno studio di Harvard, la marijuana dimezza la crescita di un tumore tumorale

Secondo uno studio, il THC ha un forte potenziale per la fine dei tumori

Uno studio condotto da ricercatori di Harvard ha dimostrato che la crescita di un tumore in un carcinoma polmonare può essere dimezzata usando un farmaco derivato dalla cannabis.

Apparentemente, il noto principio attivo THC può essere responsabile della crescita tumorale, come testato nei topi. La ricerca suggerisce che sia il THC che altre possibili sostanze che agiscono sui recettori CB1 e CB2 e che funzionano come endocannabinoidi potrebbero essere efficaci.

Secondo il dottor Anju Preet, questa sostanza potrebbe avere un'applicazione nel trattamento del cancro, affermando un paradosso, dal momento che il fumo di marijuana può avere un effetto negativo sui polmoni. Nell'inchiesta, è stato utilizzato un derivato del THC noto come Marinol, ma attualmente ci sono anche numerosi prodotti che consentono di ingerire cannabis medica senza dover fumare direttamente la pianta. La sostanza menzionata è stata iniettata nei topi per 3 settimane ed è stata osservata una riduzione del 50% dei tumori e del 60% nelle lesioni polmonari correlate al cancro.

Ci sono molte controversie sul fatto che il THC o il CBD (un altro importante ingrediente di cannabis, che non ha effetti psicoattivi) abbia davvero una possibile e fruttuosa applicazione nel trattamento del cancro. Finora non ci sono prove accettate dal mainstream della comunità scientifica; tuttavia, ci sono numerose persone che affermano di aver visto effetti positivi sostanziali ed è facile trovare numerose testimonianze online da persone che hanno ricevuto notevoli benefici combinando cannabis e chemioterapia. Per alcuni, il fatto che questa alternativa o molte altre non riescano ad affermarsi tra le terapie accettate genera alcuni sospetti. Si parla di una possibile resistenza di nascosto condotta da aziende farmaceutiche che cercano di proteggere la propria attività, dal momento che i medicinali standardizzati e i trattamenti per il cancro sono tra i più redditizi.