# Shakespeare2019, l'opportunità di leggere collettivamente 'Amleto'

Uno dei libri fondamentali dell'immaginazione letteraria occidentale, 'Amleto', è oggetto di una lettura collettiva su Twitter e altri social network

Il 23 aprile è una data significativa per gli amanti dei libri e della letteratura, poiché per diversi decenni è stato adottato spontaneamente come il giorno del libro, dopo aver messo in evidenza la coincidenza in quel giorno della morte di due dei più importanti autori della letteratura occidentale: William Shakespeare e Miguel de Cervantes.

Entrambi i titani non morirono davvero lo stesso giorno, perché in quell'anno, 1616, l'Inghilterra era governata dal calendario giuliano, mentre in Spagna e nel resto d'Europa era seguito il calendario gregoriano; Sotto questo, la data di morte di Shakespeare è il 3 maggio.

Tuttavia, con una certa permissività poetica la coincidenza è stata adottata per rendere il 23 aprile il giorno del libro e quindi avere un effemeride dedicato a quell'oggetto che Jorges Luis Borges ha definito il più unico di tutti quelli che sono il lavoro dell'essere umano, l'unico che "è un'estensione duratura dell'immaginazione e della memoria".

Nel 2019, questa giornata è ancora più speciale, poiché a seguito di un'iniziativa iniziata poco meno di un anno fa con la lettura della Commedia di Dante, questo 23 aprile inizierà un esercizio collettivo di lettura di Amleto . Dopo aver letto Dante in questo modo, Don Chisciotte e l' Iliade, è la volta della lettura di Amleto, secondo la proposta del professor Pablo Maurette, architetto di questo progetto spontaneo che può essere seguito su Twitter (e altri social network) per attraverso l' hashtag # Shakespeare2019.

In questo modo, c'è il pretesto per intraprendere l'opera più ambiziosa di William Shakespeare e una delle espressioni più importanti della cultura occidentale. Questa è anche un'opportunità per leggere attentamente e attentamente l' Amleto e comprendere le ragioni della sua influenza e dei suoi effetti sulla cultura umana.

In spagnolo ci permettiamo di raccomandare la traduzione di Amleto dal poeta Tomás Segovia, originariamente pubblicata dalla Autonomous Metropolitan University of Mexico e recentemente ristampata nella collezione Penguin Classics. Oltre a un poeta e saggista di straordinaria qualità, Segovia era uno dei traduttori più abili e accurati in spagnolo, autore delle versioni nella nostra lingua di alcuni libri fondamentali per discipline come la filosofia, la psicoanalisi e, ovviamente, la letteratura. Vale la pena ricordare che prima di intraprendere la sua traduzione di Amleto, il poeta "si è allenato" con il monumentale Shakespeare, l'invenzione dell'umano, una serie di saggi in cui il critico americano Harold Bloom rivede uno ad uno tutti i pezzi drammatici di Shakespeare.

Essere o non essere, ecco di cosa si tratta:
se per il nostro spirito è più nobile soffrire
le pietre e le freccette dell'atroce Fortuna
o alzarsi in armi contro un mare di afflizioni
e opponendoli alla loro fine.
Morire per dormire; non di più; E con addormentarsi
diciamo che finiamo l'angoscia
già mille shock naturali
Quella carne è l'erede?
È la consumazione
che si dovrebbe devotamente desiderare:
morire per dormire Dormi, sogna forse;
Sì, c'è un ostacolo: quello in quel sogno di morte
quali sogni puoi visitarci?
quando abbiamo già scartato
la raffica mortale,
Devi darci cosa pensare.
Questa è la riflessione che fa
Possa la calamità avere una vita così lunga:
bene chi sopporterebbe le ciglia
e disprezzo dei tempi, il danno del tiranno,
il disprezzo del fatuo, le angosce
dell'amore scatenato, i lunghi della Legge,
l'insolenza di chi possiede il potere
e i pulla che il paziente merita
riceve dall'indegno, quando lui stesso poteva
risolvere quella causa con un semplice pugno?
Chi vorrebbe portare le balle,
brontolare e sudare in una vita stancante,
se non perché qualcosa teme dopo la morte?
Quella regione da scoprire
i cui limiti non sono viaggiatori
non tornare mai più, deflettori
la nostra agenzia e ci inclina
per sopportare i mali che abbiamo
prima di balzare sugli altri non lo sappiamo.
In questo modo la coscienza
rende tutti noi codardi,
e quindi la tonalità nativa della risoluzione
si attenua con il pallido riflesso del pensiero,
e grandi briciole e molto tempo
per questo motivo distorcono i loro flussi
e cessano di essere chiamati azioni.

(traduzione di Tomás Segovia)

Che ne pensi Ti rallegri? Dopotutto, Amleto è uno di quei libri che, oltre al fascino letterario ed estetico, è estremamente stimolante, poiché di solito lascia al lettore molte domande e molte ragioni per riflettere sulla vita, i rapporti con gli altri, il sostanza della realtà, esercizio del potere e molte altre questioni. Non per niente, Amleto fu una delle opere che spinse Freud a pensare in qualche modo all'apparato psichico umano.

Ad ogni modo, le ragioni per intraprendere questa lettura sono molte, quindi ... Essere o non essere? Leggi o non leggi? In fondo, non sembra essere un problema difficile da risolvere.

Anche in Pajama Surf: 8 aspetti della realtà che Shakespeare ha trasformato per sempre